Skip to content

Disturbi indotti da sostanze


• Intossicazione
• Astinenza
• Altri disturbi mentali indotti da sostanze (ansia, depressione, d. sessuali, bipolari, ossessivo- compulsivo, disturbi neuro cognitivi ecc)

INTOSSICAZIONE, ASTINENZA E DISTURBI MENTALI INDOTTI DA SOSTANZE

Sindrome specifica di una sostanza (sindrome sostanza-specifica), reversibile e dovuta ad assunzione recente della sostanza.
In generale ci sono linee trasversali anche se la sindrome è sostanza-specifica:
• Problemi comportamentali
• Cambiamenti psicologici associati (litigiosità, irritabilità, labilità dell’umore, capacità critica compromessa).
Si sviluppano durante o dopo l’assunzione della sostanza e sono attribuibili agli effetti fisiologici stessi della sostanza.

L’ intossicazione è comune nel disturbo da uso di sostanze, ma non sempre in associazione, è possibile trovarla anche in chi non è utilizzatore abituale (non c’è per il tabacco).
I due quadri non sono quindi necessariamente associati.
Si possono avere alterazioni di percezione, vigilanza, pensiero, capacità critica, comportamento psicomotorio ed interpersonale. L’intossicazione può rimanere dopo l’eliminazione della sostanza perché proprio per gli effetti della sostanza sul sistema nervoso centrale anche quando non più rintracciabile a causa dello smaltimento della sostanza stessa, gli effetti continuano. A distanza di tempo può esserci quindi intossicazione.

Anche la modalità di somministrazione provoca sintomi d’intossicazione diversi (intossicazione più intensa → iniettare, sniffare o fumare ad esempio). Quelle che agiscono rapidamente provocano anche più immediata intossicazione, quelle con azione breve tendono a dare astinenza, quelle invece a durata d’azione più lunga tendono a dare astinenza più lunga →  diversità di riposta in base caratteristiche della sostanza e modalità di somministrazione.

Sostanze sedanti (sedativi, ipnotici, ansiolitici o alcool) possono più facilmente produrre disturbi depressivi durante l’intossicazione e disturbi d’ansia durante l’astinenza, viceversa per le sostanze stimolanti ed eccitanti (anfetamina e cocaina), che danno più facilmente disturbi psicotici e ansia durante l’intossicazione e disturbi depressivi durante l’astinenza. Entrambi danno disturbi del sonno e sessuali, ma temporanei.

Le complicazioni da farmaci possono portare a situazioni dov’è clinicamente difficile stabilire l’insorgenza di sintomi in pazienti che hanno sempre presentato un certo quadro psicopatologico, dopo assunzione di farmaci, hanno alterazioni che si vanno ad inserire nel quadro preesistente, portando a quadro più confusivo però da tener presente (alterazioni dell’umore temporanee, sintomi psicotici ad esempio con anticolinergici o complicazioni neuro cognitive ecc.)

I disturbi mentali indotti da sostanze s’innescano in seguito intossicazione o astinenza da sostanze di abuso, sicuramente le situazioni sono temporanee e scompaiono in circa un mese dall’intossicazione o astinenza. Non sempre c’è un recupero veloce.

Ci sono però eccezioni ad esempio i disturbi indotti da sostanze a lunga durata (alcool, ipnotici, ansiolitici ecc.) possono dare disturbi neuro cognitivi di lunga durata o disturbi percettivi persistenti (nei soggetti che hanno assunto in passato allucinogeni presentano disturbo dispercettivi persistente con flashback negativi ed ansiogenici).

Tratto da PSICOPATOLOGIA DIFFERENZIALE di Veronica Rossi
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.