Skip to content

Variabili dei costi di transazione


Quando si è di fronte a sistemi economici che si integrano a livello mondiale, e ancor di più quando questa integrazione ha a che fare con prodotti finanziari, inevitabilmente chi opera in questi mercati deve fronteggiare CDT più elevati e che hanno diversa natura, hanno una natura legata a variabili sistemiche (per esempio, sicurezza, pace, tutela diritti di proprietà) e hanno a che fare con variabili legate ai rapporti interpersonali cioè tra compratore e venditore, tra creditore e debitore, quindi hanno a che fare con variabili come la fiducia, la reputazione importante quando si commercia, la credibilità, la cooperazione cioè il fatto che è necessario che questi soggetti, anche se su due posizioni contrapposte tra chi compra e chi vende, uno ha posizione di credito e l'altro di debito, però poi collaborino tra di loro nel riportare al confine queste transazioni economiche.

Queste sono variabili più interpersonali, cioè ci può essere un paese che ha un'ottima reputazione e magari il commerciante con cui si tratta è dissipante. Quindi ci sono variabili sistemiche (pace nel mondo, stabilità, sicurezza, il fatto che non si debbano subire espropri), variabili più legate alle due controparti (credibilità, fiducia, reputazione), poi ci sono anche variabili legate appunto al funzionamento e alla qualità delle istituzioni, e questo è un tema su cui sociologi ed economisti investono molto, cioè capire e analizzare la qualità delle istituzioni che è fondamentale per fare business, fondamentale per avere rapporti economici per poter crescere, per non fallire e sbagliare; il fatto che l'attività economica sia circondata da istituzioni all'altezza, che funzionano come burocrazia, tribunali, polizia, lotta alla corruzione, lotta alla criminalità, ma anche il fatto che le regole siano conosciute, condivise e applicate, quindi che le regole abbiano una loro validità perché altrimenti c'è l'incertezza e l'anarchia totale ed è complicato fare attività d'imprese.

Alternativa: se ci si limita a fare attività economica in un piccolo mercato, tutte queste cose è facile averle (informazioni, comunicazione, efficienza) per esempio è stata creata una moneta unica e una delle grandi motivazioni è quella che con una moneta unica, nel momento in cui si è sempre più integrati in Europa, sempre più vicini alle altre nazioni, si fanno molti più scambi non solo commerciali ma anche riguardanti il turismo, le conoscenze; avere una moneta permette immediatamente di trasmettere informazioni immediate, mette in relazione i paesi più velocemente. Questo è un modo per abbattere i costi di transazione. Uno dei motivi per cui si è fatta la moneta unica è il fatto che appunto l’unione monetaria consente di abbattere una quantità enorme di costi di transazione, di informazione, di calcolo che uno dovrebbe fare in caso di valute diverse.

Se siamo nel nostro piccolo, i CDT sono modesti; se siamo in un mercato più ampio come è accaduto dopo le tragedie delle guerre mondiali, i CDT possono essere molto alti ed essere una cosa pericolosa. Questo accadeva anche nel ‘600, soprattutto quando si dovevano affrontare grandi rischi, viaggi. Rodrick fa riflettere sul fatto che le compagnie di commercio che affrontavano questi CDT per superare le difficoltà dovute agli elevati CDT ricevevano dei poteri dallo stato, dal sovrano o dal nascente Stato-nazione. Questo succedeva nonostante il sovrano sapeva benissimo che le compagnie agivano con grandissima rendita a loro vantaggio, i cosiddetti " Profitti monopolistici" e spesso agivano con "effetti collaterali" piuttosto pesanti in termini di diritti umani.

Per avere mercati globali che funzionano, non abbiamo bisogno di uno stato minimo, non abbiamo bisogno di governi assenti o invisibili, ma si ha bisogno di autorità: istituzioni, magari internazionali, che sorvegliano e che crescono nei loro poteri; esse devono avere un ruolo sempre maggiore.

Tratto da STORIA DELLA POLITICA ECONOMICA INTERNAZIONALE di Federica Palmigiano
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Globalizzazione: breve storia di un'ideologia

Riassunto del testo "Globalizzazione: breve storia di un'ideologia". Il riassunto ripercorre le tappe principali dello storia economica mondiale che hanno portato all'ascesa e allo sviluppo dell'ideologia legata al concetto di globalizzazione.