Skip to content

Fast follower e ingresso nel mercato

Quando si fa la prima mossa, sostenere tutti questi investimenti potrebbe diventare complesso dal punto di vista finanziario; inoltre bisogna fare delle scelte a priori (es. quali sono i beni complementari)
Chi fa la prima mossa è vincolato dalle scelte di prima mossa

Il fast follower ha sostenuto gli stessi costi R&D del first mover (ha la stessa base tecnologica) ma non ha corso tutti questi rischi; preferisce attendere che il mercato reagisca alla configurazione di prodotto del first mover (es. nestlè non è mai la prima a lanciare un prodotto sul mercato)
Se il mercato reagisce bene, il fast follower diventa sostanzialmente un follower
Se il mercato reagisce male, il fast follower fa leva sulla maggiore velocità di riconfigurare l’offerta iniziale creando una seconda generazione di prodotto che è molto più vicina a ciò che il mercato chiede 

Fattori che determinano l’ingresso:
- Consolidamento delle preferenze dei clienti
- Miglioramenti rispetto alle soluzioni precedenti
- Esigenza di tecnologie abilitanti e di supporto
- Influenza dei beni complementari
- Minaccia di nuovi entranti
- Presenza di rendimenti crescenti
- Capacità di assorbire le perdite iniziali
- Disponibilità di risorse finanziarie a sostegno dell’innovazione
- Reputazione dell’impresa
- Incertezza del mercato

Più un prodotto è maturo, più è importante entrare velocemente sul mercato con un’innovazione incrementale
Esempio dell’importanza delle tecnologie complementari: nelle tecnologie in cui il device è veicolo per altri servizi (es. cellulari, nessuno li usa per chiamare), se i servizi non sono disponibili il device non serve a niente
di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.