Skip to content

I poteri del presidente e dell’organo giudicante

Quando l’organo giudiziario è collegiale, vi è una netta ripartizione dei poteri del presidente e quelli dell’organo giudiziario (detto comunemente “giudice”).
Di regola i poteri di direzione del dibattimento spettano al presidente; viceversa i poteri decisori spettano all’intero collegio.
Il verbale di udienza è redatto dall’ausiliario che assiste il giudice ed è inserito nel fascicolo del dibattimento.
Il codice tende ad assicurare l’esigenza che le risultanze dibattimentali siano riprodotte con la massima fedeltà e completezza, perché queste saranno poi utilizzate dal giudice per decidere.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.