Skip to content

L'epoca d'oro dei commerci - 1600 -

Senza questi processi di lunga durata non sarebbe sorta la famosa triade costituita dal proprietario fondiario nobile, dall'imprenditore agricolo affittuario e dalla forza – lavoro rurale libera. Ed è su questa base che si sviluppò un'agricoltura il cui orientamento era stato determinato nel secolo precedente dall'allevamento ovino e che adesso, finito il boom della lana, si estendeva in tutti i settori produttivi. Per grado di specializzazione l'Inghilterra non raggiunse forse quella olandese ma per l'impulso alla diversificazione delle colture e alle innovazioni tecniche la superò; le regioni dedite all'allevamento del bestiame, le zone ceralicole, quelle ad allevamento misto e, nei dintorni di Londra, le colture di ortaggi altamente specializzate costituivano i tratti salienti della fisionomia del paese. Pensiamo al famoso Norfolk system, la rotazione quadriennale di frumento, rape, orzo e trifoglio; ai water meadows e al drenaggio, tutte grandi innovazioni inglesi.
In conclusione, sia i Paesi Bassi settentrionali sia l'Inghilterra sono una dimostrazione del fatto che il capitalismo era penetrato nell'agricoltura europea.
Nel Seicento il settore manifatturiero era connesso sotto diversi aspetti all'andamento congiunturale del settore agricolo: la congiuntura discendente dei cereali, coi suoi periodi di bassi prezzi degli alimenti di base, rendeva disponibile una parte del reddito per i manufatti. Per questo settore, dunque, il Seicento fu un secolo di espansione. L'industria tessile in particolare vide, con i suoi nuovi tessuti leggeri e a buon mercato, compiere importanti passi avanti. Qui contribuirono non solo le nuove tecniche di cui si è già parlato, ma anche il nuovo tipo di organizzazione del lavoro. Data, infatti, la congiuntura agraria discendente, le campagne mettevano a disposizione forza – lavoro a basso costo. Vediamo così la protoindustria in rapida avanzata in molte regioni europee durante il 1600 e al suo fianco i mercanti imprenditori che foraggiano e sostengono il meccanismo. In Olanda ricordiamo la regione vicino Leida anche se è l'Inghilterra l'esempio più classico, con la sua industria tessile in intensa espansione dopo la crisi definitiva del panno pesante negli anni Venti del 1600, poggiando prima sulla produzione delle new draperies, poi del lino e infine del cotone. In ogni caso era sempre il lavoro a domicilio rurale a consentire ai mercanti – imprenditori inglesi i loro considerevoli risparmi sui costi.
A differenza dell'agricoltura le innovazioni tecniche non hanno avuto nella manifattura una parte importante, anche perché proprio la forma di lavoro a domicilio fu in un certo senso di impedimento a cambiamenti qualitativi radicali, coi mercanti più interessati al profitto che all'evoluzione.
Di nuovo, anzi, mai come adesso, spicca il peso del commercio sul corso di tutta la storia d'Europa in età moderna. Il 1600 è l'epoca d'oro dei commerci. Si tratta di prodotti agricoli o manifatturieri, di produzione, di finanziamento e trasporti. I mercanti olandesi e inglesi erano strateghi eccezionali della riesportazione e gli olandesi in particolare si rivelarono maestri nella riduzione dei costi. Volendo caratterizzare la vita economica del Seicento col nome di una città, nessuno esiterà a fare quello di Amsterdam, il cuore del mondo che tuttavia si distingueva dal resto d'Europa e che sotto sotto non poteva indicare una via praticabile al futuro del mondo europeo, avendo troppi pochi punti in comune con la vita quotidiana del resto del continente. L'ascesa dell'Olanda era quella di una popolazione costiera, adeguata ai suoi bisogni e alle sue qualità e solo a quelle. L'Olanda mutò ed ebbe successo proprio perché il resto d'Europa era rimasto uguale. Solo quando l'Inghilterra si sviluppò in una direzione analoga si aprì una prospettiva di sviluppi futuri per tutti gli altri, e così l'Europa orientò il suo modello di sviluppo su quello dell'Inghilterra.

di Gherardo Fabretti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.