Skip to content

La competizione nel mercato della previdenza sociale

Il fine comune del diritto del lavoro e del diritto della previdenza sociale appare essere, oggi, alla prova della "flessibilità", quello di assicurare protezione e tutela non più solo ai "valori acquisiti" (quelli dei cosiddetti insider), ma anche ai "valori da acquisire": in particolare, quelli di coloro, che, da outsider, domandano di essere ammessi a svolgere nel mercato, o a svolgere con continuità, il proprio ruolo produttivo.
L'istanza di tutela degli attivi e dei pensionati, in altri termini, non è più egemone, perché ormai suddivide concretamente il campo con quella della tutela dei cittadini in età lavorativa e privi o privati del lavoro (o di un lavoro "regolare").
Sono le occasioni e le modalità con le quali ci si proponga di realizzare in concreto le nuove forme della solidarietà che pretendono particolari cautele e una organica ed armonica visione, affinché sia allontanato il rischio di improvvide frammentazioni o controproducenti sperequazioni.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.