Skip to content

Strategie efficaci nel problem solving interpersonale

Le situazioni interpersonali si caratterizzano come situazioni problematiche, è perciò necessario possedere abilità, capacità e competenza per sviluppare strategie efficaci per risolvere tali problemi.

Giovannini distingue 6 fondamentali abilità interpersonali (le prime tre di accezione cognitiva, le seconde tre di accezione comportamentale) relative sia ad una situazione di interazioni considerata nella sua globalità, sia a specifici atti comunicativi:

1. Analisi/Diagnosi della situazione;
2. Definizione di un obiettivo;
3. Individuazione di strategie operative appropriate;
4. Controllo del proprio comportamento;
5. Influenza sul comportamento altrui;
6. Verifica del comportamento proprio e altrui.

Nell’esempio specifico relativo ad Andrea, uno dei migliori allievi della classe, e alla volontà di capire cosa gli stia accadendo si propongono dunque i seguenti passi. Al punto 1, si provano a identificare problemi e cause (Andrea è cambiato in modo repentino e rilevante; forse la sua ragazza si è messa con un altro). In merito al punto 2, si potrebbe confidare con l’insegnante, gli si potrebbe far percepire la propria sensibilità. Al punto 3 ci si chiede come è meglio comportarsi.

Al punto 4 si può decidere, ad esempio, di connotare la relazioni con l’allievo in modo empatico. Al punto 5 si deve fare sì che l’allievo si apra e parli con l’insegnante. Infine, al punto 6, si osserva se l’allievo è ritornato come prima o se comunque ha accettato l’aiuto offertogli.

Come accade per l’acquisizione di qualsivoglia abilità, anche per le abilità relazionali è richiesto uno sforzo per divenire consapevoli di come ciascuna abilità venga utilizzata per la risoluzione di problemi interpersonali.
di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.