Skip to content

Turismo Sostenibile ed Igiene e Sicurezza Alimentare: Il Caso ''Il Ciocco S.p.A''

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Cipollini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Marco Giannini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 231

L’agire delle aziende si sviluppa in interazione continua ed imprescindibile con l’ambiente: l’impiego di risorse, caratterizzante qualsiasi processo di produzione, genera, infatti, una continua relazione con l’ambiente naturale; relazione che può essere gestita consapevolmente, in modo responsabile, oppure può essere improntata su modelli di comportamento opportunistici, tesi allo sfruttamento della risorsa, più che ad un suo utilizzo razionale e considerato.
Nell’economia aziendale, e più in particolare nell’operare dei soggetti economici, si è assistito, e si assiste tuttora, ad un’evoluzione nelle modalità di considerazione dell’ambiente: mentre in tempi passati esso era considerato alla stregua di una variabile esogena da sfruttare in quanto erogatore di risorse, di un vincolo da superare, di un obbligo da rispettare, con limiti imposti da norme cogenti, attualmente esso è venuto a costituire una risorsa inclusa nei processi decisionali aziendali, risorsa da ottimizzare in virtù dell’ormai affermata responsabilità sociale d’impresa, ed in nome di una diversa collocazione del ruolo delle aziende entro la conservazione del patrimonio naturale.
L’ecosistema viene sempre più spesso ad essere considerato un fattore critico di successo per le aziende; non più, dunque, un vincolo, ma un’opportunità di business, un’occasione per identificare modalità di produzione e di consumo rispettose dell’ambiente, che il consumatore apprezza e che è disposto a riconoscere in fase di scelta del bene e, talvolta, anche in termini di differenziale del prezzo.
Si sta, dunque, diffondendo la consapevolezza che la performance complessiva aziendale passa anche attraverso la capacità delle aziende di gestire al meglio le risorse naturali, di restituire alla comunità, attuale e futura, un pacchetto di risorse il più integro possibile, con il minor livello di degrado accettabile, pur orientandosi verso l’efficacia e l’efficienza.Tra tutte le attività economiche, il turismo è tra quelle in cui, maggiormente, si sente l’esigenza di conciliare sviluppo ed ambiente, in una strategia complessiva denominata “turismo sostenibile”. Per l’economia del turismo, infatti, il rispetto dell’ambiente non è avvertito come vincolo, bensì è considerato un’opportunità ed una risorsa irrinunciabile, configurandosi, spesso, come attrazione turistica primaria per quei turisti, tuttora in aumento, che ricercano nella destinazione scelta ricreazione, riposo, svago, cultura, tradizioni locali, con il comune denominatore stabilito dal desiderio di un rapporto autentico con l’ambiente, improntato al rispetto ed alla conservazione. Tutto ciò, anche alla luce delle tendenze del mercato della domanda turistica, che mostrano una sempre maggior propensione dei consumatori verso destinazioni caratterizzate da forti qualità ambientali, pone gli operatori turistici, sia pubblici che privati, di fronte alla necessità di indagare la sostenibilità dell’attività turistica, intesa come compatibilità ecologica, socio-culturale ed economica, e, sopratutto, intesa come la capacità di sopportare senza traumi, di breve e di medio-lungo periodo, il carico fisico o ecologico, quello economico e quello sociale. Tale capacità, che è alla base della sostenibilità, è, e diventerà sempre più, fattore di competitività sia per le destinazioni, sia per gli operatori del settore.
Per questi ultimi, in una prospettiva di sempre più agguerrita competitività e di sempre maggior richiesta di tutela della salute e della sicurezza del consumatore, è necessario far emergere una “cultura della qualità”, che consenta di anticipare l’evoluzione del mercato. In particolare, per l’impresa turistica alberghiera, un ruolo importante nel salvaguardare gli interessi del consumatore può essere svolto adottando sistemi di autocontrollo dell’igiene nel settore alimentare, volti a garantire, in un’ottica di prevenzione a monte piuttosto che di controllo a valle, quei requisiti di igiene e sicurezza degli alimenti che la stessa Comunità Europea, con la recente emanazione di un pacchetto di Regolamenti sulla materia, ritiene indispensabile per garantire un elevato livello di sicurezza alimentare e di sanità pubblica, nell’ottica di una responsabilità sociale d’impresa che, compatibilmente con i vincoli economici, partecipi attivamente al miglioramento delle condizioni medie di vita.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 Introduzione L’agire delle aziende si sviluppa in interazione continua ed imprescindibile con l’ambiente: l’impiego di risorse, caratterizzante qualsiasi processo di produzione, genera, infatti, una continua relazione con l’ambiente naturale; relazione che può essere gestita consapevolmente, in modo responsabile, oppure può essere improntata su modelli di comportamento opportunistici, tesi allo sfruttamento della risorsa, più che ad un suo utilizzo razionale e considerato. Nell’economia aziendale, e più in particolare nell’operare dei soggetti economici, si è assistito, e si assiste tuttora, ad un’evoluzione nelle modalità di considerazione dell’ambiente: mentre in tempi passati esso era considerato alla stregua di una variabile esogena da sfruttare in quanto erogatore di risorse, di un vincolo da superare, di un obbligo da rispettare, con limiti imposti da norme cogenti, attualmente esso è venuto a costituire una risorsa inclusa nei processi decisionali aziendali, risorsa da ottimizzare in virtù dell’ormai affermata responsabilità sociale d’impresa, ed in nome di una diversa collocazione del ruolo delle aziende entro la conservazione del patrimonio naturale. L’ecosistema viene sempre più spesso ad essere considerato un fattore critico di successo per le aziende; non più, dunque, un vincolo, ma un’opportunità di business, un’occasione per identificare modalità di produzione e di consumo rispettose dell’ambiente, che il consumatore apprezza e che è disposto a riconoscere in fase di scelta del bene e, talvolta, anche in termini di differenziale del prezzo. Si sta, dunque, diffondendo la consapevolezza che la performance complessiva aziendale passa anche attraverso la capacità delle aziende di gestire al meglio le risorse naturali, di restituire alla comunità, attuale e futura, un pacchetto di risorse il più integro possibile, con il minor livello di degrado accettabile, pur orientandosi verso l’efficacia e l’efficienza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

albegi ecocompatibili
alberghi eco compatibili
albergo
albergo ecocompatibile
ambiente
corporate social responsibility
ecocompatibile
emas
haccp
hotel
hotel ecologici
igiene alimentare
iso 14000
pacchetto igiene
qualità
qualità ambientale
responsabilità sociale delle imprese
sicurezza alimentare
sistemi di gestione ambientale
turismo responsabile
turismo sostenibile

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi