Il commercio ''Equo e Solidale'' dei prodotti agroalimentari

Nella tesi ho trattato del commercio equo e solidale per i prodotti agro-alimentari, facendo una breve trattazione sulla globalizzazione, per poi parlare della finanza etica e delle Tontines. Ho quindi parlato della storia del commercio equo e solidale , del Fairtrade Labelling Organizations, delle botteghe del mondo e del confronto con la G.D.O., che in questi ultimi anni sta vendendo questa tipologia di prodotti, sulla conoscenza di questi prodotti da parte delle persone attraverso la somministrazione di un questionario e infine del caffè equo e solidale, trattando del costo, della diffusione, della crisi del mercato.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Ogni qual volta ci si prepara una tazza di caffé, si mangia un pezzetto di cioccolato, si beve una tazza di cioccolata fumante, si beve un buon thè, si mangiano delle banane o dell’ananas, ne proviamo una piacevole sensazione che affoga maggiormente la nostra già comoda vita. Nessuno di noi davanti a ciò si chiede: <<da dove viene questa squisitezza? Da chi è stata prodotta?>> C’è gente che lavora con fatica per permettere a noi di gustarla comodamente seduti in poltrona? Ci sono bambini che vengono sfruttati in queste terre lontane? A qualcuno di loro viene sottratto qualcosa per darla a noi occidentali ricchi e viziati. C’è una piccola parte del mondo in cui si vive con la maggior parte delle risorse di tutto il mondo. Pochi si ribellano a ciò, è più comodo vivere così, ognuno pensa a se. Non si pensa al fatto che il mio star bene può provocare lo star male di qualcun altro. Quando però vengono toccati i nostri interessi allora lì si che siamo bravissimi a ribellarci, a far battaglie, a scendere in piazza per difendere i nostri diritti. I nostri diritti sono però le 35 ore settimanali, una riforma della scuola che non fa comodo, una busta paga più pesante, andare in pensione con 30 anni di servizio al posto di 40, non sono il come unire insieme i soldi per il pranzo e la cena, lavorare in condizioni ambientali accettabili, il diritto della donna a poter stare a casa dal lavoro senza perdere il posto se aspetta un figlio, il come potersi curare da malattie per noi occidentali banali. Quando si pone però questa domanda alle persone vicino a noi, spesso ci si sente rispondere che è così e che non ci si può fare nulla, che è inutile battersi, è vero non l’ho deciso io di nascere nella parte di mondo ricca, ma posso decidere di non chiudere gli occhi, di provare ad aiutare questo mondo, con la consapevolezza che non lo cambierò ma che magari, potrò contribuire a far star meglio una piccola parte di esso. È da tutte queste considerazioni che è sorta questa tesi, per poter spiegare che un altro mondo è possibile, non è vero che bisogna guardare solo al profitto e cercare tutti i modi, leciti o non per raggiungerlo, ma bisogna guardare anche alla persona.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Valentina Chirico Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3400 click dal 23/02/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.