Skip to content

L'atto linguistico ''scusarsi'' nel doppiaggio dall'inglese all'italiano

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Pancrazi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Moderne
  Relatore: Carla Vergaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 148

TNel presente studio si è analizzato il modo in cui l’atto linguistico “scusarsi” viene tradotto nel doppiaggio dall’inglese all’italiano. Prima di addentrarsi nell’analisi vera e propria, è stato trattato l’argomento della traduzione audiovisiva. Dopo aver introdotto il testo audiovisivo e i canali e i codici che lo caratterizzano, si è passati alla descrizione dei vari tipi di trasferimento linguistico. Particolare attenzione è stata riservata al doppiaggio e alle sue caratteristiche, alla sua nascita in Italia e alle fasi e alle figure professionali coinvolte nel processo. Successivamente si è passati alla descrizione dell’atto linguistico delle scuse e degli studi effettuati nel corso degli anni. Si è proceduto analizzando le scuse in inglese e le strategie e i fattori che determinano la scelta delle stesse. Sono stati successivamente definiti i tipi di offese, terminando con l’analisi del comportamento del parlante che rifiuta di scusarsi. Si è poi passati alla definizione delle scuse in italiano e alle loro caratteristiche. Successivamente ci si è addentrati nella fase dello studio vero e proprio. Per introdurre l’analisi è stato necessario inserire un breve cenno sulla serie televisiva dalla quale derivano i dati e sul metodo di raccolta delle espressioni di scusa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 CAPITOLO 1- LA TRADUZIONE AUDIOVISIVA 1.1 Introduzione La traduzione audiovisiva permette ogni giorno a milioni di persone di usufruire di film, telefilm, programmi televisivi e interviste in lingua straniera, ai quali altrimenti non potrebbe avere accesso chi non possiede un livello di competenza nella lingua in cui il prodotto è originariamente realizzato. Più precisamente, La traduzione audiovisiva consiste nell’intervenire sull’aspetto linguistico – battute e dialoghi – di un prodotto audiovisivo, al fine di permetterne la circolazione in un mercato diverso rispetto a quello di partenza (Fois: 4). È inoltre, secondo Gambier (2004:5), un tipo di traduzione selettivo con adattamento, compensazione e riformulazione, in definitiva una tradaptation. 1 Se risulta semplice dare una definizione di traduzione audiovisiva, non lo è altrettanto definire la categoria alla quale questa disciplina appartiene. Quando si interpreta si traduce oralmente il discorso di qualcuno, mentre quando si traduce un testo lo si fa per iscritto. Ma cosa avviene, ad esempio, nel caso della sottotitolazione o del doppiaggio? Numerosi sono i passaggi tra scritto e orale, tra traduzione e interpretazione, ed è così che i confini tra una categoria e l’altra appaiono sfumati. Gli stessi professionisti che lavorano nell’ambito di questa disciplina vengono a volte considerati al paro dei traduttori letterari, a volte sono accostati ai traduttori tecnici e altre volte ancora agli interpreti, ma risulta difficile, persino nelle associazioni di traduttori, definire una volta per tutte il tipo di lavoro che effettua un traduttore audiovisivo. Ciò avviene probabilmente a causa della nascita relativamente recente della disciplina. La traduzione audiovisiva appartiene al settore dei Translation Studies e inizia a farsi conoscere come disciplina tra la fine degli anni ‘50 e l’inizio degli anni ‘60 del secolo scorso, ma è soltanto negli ultimi anni del ventesimo secolo che la ricerca in questo campo vede un vero e proprio boom di interesse. Successivamente, negli ultimi 20 anni circa, la traduzione 1 Termine che deriva da “tradurre” e “adattare”. Nell’ambito teatrale significa tradurre un’opera adattandola affinché sia eseguibile per la cultura di arrivo. Il prodotto finale deve inoltre produrre sullo spettatore gli stessi effetti che ha avuto l’originale sul pubblico di partenza. «http://translationjournal.net/July-2015/la-notion-de- tradaptation-dramatique-le-cas-de-trop-c-est-trop-de-protais-asseng.html» ultimo accesso 21/09/2015.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

doppiaggio
dubbing
one tree hill
scusarsi
scuse
apology speech act
atto linguistico scusarsi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi