Skip to content

La riduzione del numero dei parlamentari in Italia

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Amori
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Gianfranco Baldini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

Questa tesi ha come oggetto di indagine la "riforma Fraccaro", la proposta che da tempo ormai divide l'Italia in merito alla questione del taglio dei parlamentari. La spinosa questione costituzionale è sorta nelle prime battute del 2019 -nonostante fosse supportata da una retorica di fondo ben più datata- ed ha incontrato sul suo cammino un numero indicibile di ostacoli, tanto che la sua sorte verrà decisa soltanto attraverso il referendum costituzionale che si terrà nel marzo del 2020.
La storia di questa riforma è un intreccio di battaglie ideologiche, di populismo, di logiche elettorali che nascondono una retorica ben più oscura e profonda di quel che realmente sembra.
Quali sono le caratteristiche dell'organo legislativo italiano? Quali le sue debolezze? Perché proprio il taglio del numero dei parlamentari dovrebbe essere la soluzioni a questi problemi?
Questi ed altri interrogativi sono lo scopo della tesi in questione, un'indagine che passa attraverso l'analisi delle istituzioni italiane e della loro storia, di dati concreti, attraverso il confronto con l'esperienza vissuta da altri paesi che hanno tentato di dare nuova linfa alla propria assemblea legislativa.

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Amori
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Gianfranco Baldini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
La riduzione del numero dei parlamentari in Italia -INTRODUZIONE- Ogni sistema democratico è dotato di un’assemblea legislativa, ossia di un parlamento. Il concetto di parlamento rappresenta un punto fermo e comune a quasi tutti i paesi del mondo, anche quelli non democratici. La sua importanza crescente nel corso della storia non è frutto di una casualità, dell’integrazione di alcune variabili che si è verificata in qualche parte del mondo in maniera fortuita. La sua importanza deriva dal principio fondamentale della rappresentanza politica, un principio che ha guidato interi secoli di lotte per i diritti politici oltre che la riflessione della filosofia-politica prima e della scienza politica poi. Nel corso dei secoli la questione della rappresentanza politica ha rappresentato un numero incontabile di volte la scintilla che ha acceso il fuoco della rivolta: strati sociali che chiedevano identità politica, popoli e nazioni non libere che chiedevano autonomia politica, nuove classi sociali emergenti bramose di potere. Ci troviamo dunque dinanzi ad uno dei concetti più potenti ed importanti della storia moderna dell’uomo. Un’assemblea rappresentativa che fin dalla sua nascita ha significato potere e controllo, che per molti secoli ha impegnato le élite nel tentativo di non farvi accedere determinate categorie di persone. Oggi, avere un parlamento significa avere la possibilità di far valere la propria voce, e averlo democratico significa la possibilità di poter scegliere autonomamente chi andrà a rappresentarci nell'esercizio della cosa pubblica. Oggi parlamento è sinonimo di democrazia rappresentativa: è impossibile infatti pensare un sistema che sia democratico senza essere dotato di un parlamento. Secondo la prassi, rispettata bene o male nella quasi totalità dei casi, al parlamento viene affidato il potere legislativo. In alcuni casi, tale potere è condiviso con altri organi dello Stato ma in ogni caso è usanza comune identificare il potere di legiferare con il parlamento. Ogni contesto nazionale ha maturato nel corso dei secoli, differenti modalità di governare e differenti strutturazioni dei propri organi. Benché infatti il parlamento sia un organo comune a pressoché tutti i sistemi politici mondiali, le sue funzioni, la sua composizione e i suoi poteri cambiano sensibilmente da un paese all’altro. 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi