Skip to content

Gays on Broadway: l’omosessualità nei Musicals

Informazioni tesi

  Autore: Roberto Romani
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Dams - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Anna Barsotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 94

Analizzare l’omosessualità nel Musical Theatre da un punto di vista teatrale e non sociologico è l’obiettivo che mi sono posto e che mi ha spinto a scrivere questo elaborato.
Il testo si divide in quattro capitoli. Il primo è un breve excursus sulla storia del Musical sin dalle sue prime manifestazioni fino ai tempi recenti.
Il secondo capitolo tratta gli elementi basilari del genere: forma e struttura, con riferimento anche alle forme della tradizione operistica da cui il musical attinge a piene mani, a cominciare dall’alternanza tra arie e recitativi. Nel terzo capitolo invece mi sono concentrato a fornire una storia dei musicals a tematica omosessuale. Tanti i titoli che vanno in scena in teatri minori e spesso fuori dal circuito newyorkese per via dell’argomento trattato che solo sul finire degli anni sessanta comparirà sui palcoscenici di Broadway.
Il caso certamente più noto è Rent a cui dedico il quarto capitolo, soffermandomi in particolare sui personaggi gay. Jonathan Larson, l’autore, crea un musical dove l’omosessualità è vista in più di un solo aspetto e ne è uno dei temi principali. L’ampia diffusione e il successo che Rent ha ottenuto nel mondo inoltre ha aperto la strada ad altri titoli come il recente Priscilla e ha definitivamente sdoganato l’argomento, segnando una tappa fondamentale nel panorama del musical a tematica gay. Rent, trasposizione moderna de La Bohème di Giacomo Puccini, racconta le vicende di un gruppo di artisti spiantati nella New York degli anni ottanta. I disagi della loro condizione, il rapporto conflittuale con la società americana del periodo e in particolare con la classe medio-alta, la forza di ribellarsi alle istituzioni, lo spettro dell’AIDS e la convivenza con la malattia sono temi che vengono sapientemente distribuiti lungo la partitura, priva di parti recitate e composta da soli numeri musicali dalle forti sonorità rock.

Informazioni tesi

  Autore: Roberto Romani
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Dams - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Anna Barsotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 94

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Analizzare l’omosessualità nel Musical Theatre da un punto di vista teatrale e non sociologico è l’obiettivo che mi sono posto e che mi ha spinto a scrivere questo elaborato. Il testo si divide in quattro capitoli. Il primo è un breve excursus sulla storia del Musical sin dalle sue prime manifestazioni fino ai tempi recenti. Uno sguardo alle sue origini e ai molteplici generi che hanno contribuito alla sua nascita, tra i quali, l’operetta e il minstrel show a cavallo tra XIX e XX secolo, permette di tratteggiare meglio la tipologia spettacolare del musical che deve divertire un pubblico multietnico come quello americano. Musical come Show Boat (Oscar Hammerstein II e Jerome Kern, 1927) e Porgy and Bess (George e Ira Gershwin, 1935) contribuiranno allo sviluppo del genere verso la sua forma moderna che troverà il suo primo esempio in Oklahoma! (1943) ad opera della coppia Rodger e Hammerstein. Da Oklahoma!, infatti, prenderà sempre più piede, nella struttura dei musicals, l’integrazione dell’azione drammatica nella danza e nel canto e si tratteranno anche temi seri e più complessi che porteranno poi a musicals come West Side story (Sondheim, Bernstein, Laurents a Robbins, 1957), Hair (Galt MacDermot, James Rado e Gerome Ragni, 1967), The Phantom of the Opera (Webber, Hart, Stilgoe e Lerner, 1986) e lo stesso Rent. Il secondo capitolo tratta gli elementi basilari del genere: forma e struttura, con riferimento anche alle forme della tradizione operistica da cui il musical attinge a piene mani, a cominciare dall’alternanza tra arie e recitativi. Di norma in due atti dalla durata complessiva di due ore, due ore e mezzo, la struttura di uno show prosegue attraverso numeri e generi di varia natura, la cui distribuzione non segue uno schema fisso e rigido, ma varia da musical a musical. Possiamo 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi