Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pinocchio fra Est e Ovest. Analisi comparata del burattino italiano e della sua versione sovietica.

Lo scopo della tesi è quello di presentare le differenze fra la celeberrima opera Le avventure di Pinocchio e la sua traduzione, o meglio rivisitazione russa, elaborata da Aleksej Nikolaevič Tolstoj e intitolata Zolotoj ključik, ili Priključenija Buratino.
Attraverso un excursus sull’origine della fiaba, il suo sviluppo e la sua utilità, viene proposto un breve inquadramento del contesto storico e della letteratura per l’infanzia dei due paesi di origine degli autori, Italia e URSS, per poi passare al confronto delle due opere nei loro punti chiave. Fulcro del lavoro è quindi la messa in evidenza di differenze nella trama, nei personaggi, nelle influenze personali della vita dell’autore, come pure nell’ideologia e nelle scelte linguistiche, seguita dalla traduzione dei primi capitoli dell’opera russa e un’analisi delle diversità e somiglianze rispetto all’originale.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione I ricordi della nostra infanzia ci accompagnano durante tutto il percorso della nostra esistenza e contribuiscono a creare le persone che siamo oggi. Sono nata a Kiev, pochi anni dopo la dissoluzio- ne dell’Unione Sovietica e sono emigrata insieme a mia madre nella Svizzera italiana quando non avevo ancora cinque anni. Il russo è stata la prima lingua che ho imparato, le prime fiabe che mi venivano lette prima di addormentarmi erano quelle di Aleksandr Sergeevič Puškin e all’asilo reci- tavo a memoria le filastrocche di Kornej Ivanovič Čukovskij. Faccio parte di quella generazione che non sa cosa significhi realmente vivere negli anni del regime comunista, ma è cresciuta nella sua eco distorta, portavoce di orrori e successi raccontati dai membri della propria famiglia che hanno visto la successione di Stalin, Chruščëv, Brèžnev e Gorbačëv. Sono cresciuta invece in un paese che mi ha dato tutto, dalla solida istruzione scolastica alla sicurezza di un futuro prospero, arricchendo la mia identità linguistica, culturale, personale. Tutto il mio vissuto, tutti i miei ricordi - sia luminosi che nebulosi - e le esperienze famigliari raccontatemi fanno parte della mia eredità culturale e mi rendono ciò che sono. È immensamente difficile poter racchiudere in poche pagine quel senso di appartenenza a due realtà così differenti e allo stesso tempo così complementari fra loro, ma è pro- prio questo ciò che mi sono prefissata di fare all’inizio di questo lavoro: portare alla luce entrambe le parti del mio mondo interiore, quello italiano e quello “dell’est”, poiché esse coesistono armonio- samente in me e arricchiscono in maniera inestimabile ogni giorno della mia esistenza. Ho deciso di esporre nella mia tesi un percorso diviso in cinque capitoli culminante nella compa- razione fra l’opera italiana di Carlo Collodi, Le avventure di Pinocchio e la sua versione sovietica Zolotoj ključik, ili Priključenija Buratino di Aleksej Nikolaevič Tolstoj. Ho scelto di dedicare il primo capitolo alla fiaba: dall’origine al suo sviluppo, si indaga la sua forma strutturale ed eviden- zio l’importanza della sua traduzione, cercando di definire se Pinocchio possa essere considerato una fiaba o meno. Nel secondo capitolo viene analizzato il periodo storico durante il quale hanno vissuto i due autori, ponendo l’accento sulla condizione della letteratura per l’infanzia e le sue pecu- liarità. Il terzo capitolo è dedicato all’ampliamento delle informazioni su Carlo Collodi e la presen- tazione della sua opera attraverso l’esposizione della trama, dei personaggi, dei luoghi e dei temi, come dello stile narrativo e le influenze esterne. V olutamente speculare è il quarto capitolo, poiché vengono presentate nello stesso ordine la biografia di Aleksej Nikolaevič Tolstoj e la sua opera di riferimento attraverso l’elaborazione degli stessi contenuti. L’ultimo capitolo si focalizza sul con- fronto delle due opere nei loro punti chiave: vengono qui esposte le principali differenze della trama e nei personaggi, ponendo particolare attenzione alle vicende personali e storiche che hanno portato

Laurea liv.I

Facoltà: Mediazione Linguistica e Culturale

Autore: Anja Cattaneo Contatta »

Composta da 89 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 100 click dal 21/03/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.