Skip to content

Vite a perdere: viaggio nei percorsi di inclusione sociale degli homeless

Estratto della Tesi di Paola Piera Capuzzi

Mostra/Nascondi contenuto.
In “Modernità liquida”, si legge « chi inizia la propria carriera alla Microsoft» osserva Cohen(1998, p57) «non sa dove la terminerà. Entrare al- la Ford o alla Renault, viceversa significava la quasi certezza di iniziare e finire la propria carriera nello stesso posto». Bauman continua nella sua di- samina delle differenze tra il capitalismo pesante, solido, ed il capitalismo, leggero, che non è più ancorato a nessuna base solida terrena, ma sempli- cemente ad« una cartellina portadocumenti, un telefono cellulare e un com- puter portatile»(Ivi p 57). Il tramonto del fordismo e di quel modo ordinato di concepire l‟esistenza ha fatto sì che si creassero infinite opportunità pos- sibili, dove nulla dura troppo a lungo, dove non esiste più un Ufficio Su- premo che detta le indicazioni da seguire, e se nell‟epoca moderna del capi- talismo l‟individuo era un produttore, oggi l‟individuo è diventato un con- sumatore, allettato dalle tante proposte ed aspettative, ma mai fermo troppo a lungo per goderne fino in fondo. In quest‟ottica non è più la meta ad eser- citare il suo fascino nella vita dei singoli, ma acquista valore il percorso, per giungere a quella meta. Una vita, dunque, piena di desideri. «E‟ stato detto che lo spiritus movens dell‟attività del consumatore non è più gamma misu- rata di bisogni articolati, bensì il desiderio, un‟entità molto più volatile ed effimera, evasiva e capricciosa, ed essenzialmente avulsa dai “bisogni”, una forza autoprodotta e autoalimentata che non abbisogna di altra giustifica- zione o “causa”».(Ivi, p 77). Questo desiderio, proprio per la sua volatilità ed inconsistenza, finisce per diventare insaziabile, e non è certo facile per i fornitori di beni di consumo instillarlo nei consumatori. Produrre consumatori è forse più dispendioso che produrre beni di consumo, tuttavia, secondo H. Ferguson, il consumi- smo nella sua forma odierna non è fondato sulla stimolazione del desiderio, ma sulla liberazione di capricciose fantasie.(Ivi, p 78). Uno dei passaggi cruciali dall‟epoca dei produttore all‟epoca del consuma- tore riguarda la tendenza sviluppata allo shopping, che finisce col diventare un rito di esorcismo, mediante il quale sedare le incertezze profonde, le in- sicurezze insondabili. In questa ottica poi Bauman analizza anche il pro- blema dell‟identità. Partendo dalla considerazione che le vite dei nostri si- 12
Estratto dalla tesi: Vite a perdere: viaggio nei percorsi di inclusione sociale degli homeless

Estratto dalla tesi:

Vite a perdere: viaggio nei percorsi di inclusione sociale degli homeless

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Paola Piera Capuzzi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Scienze sociologiche
  Relatore: Mara Maretti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 101

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

organizzazione del lavoro
residenza ai senza fissa dimora
seconda ordinanza dominici
globalizzazione differenti origini
il cartello di associazioni a firenze
studi internazionali sulla homelessness
prima ordinanza dominici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi