Skip to content

Proverbi: aspetti socioculturali, analisi fraseologica e traduzione mediante la ricerca di corrispondenze

Informazioni tesi

  Autore: Emilio Lo Monaco
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue moderne, letterature e scienze della traduzione
  Relatore: Giovanni Brandimonte
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 199

Quando ho intrapreso questo lavoro, ignoravo molti degli aspetti linguistico-culturali che si nascondono dietro un “semplice proverbio”. A partire dall’indagine storica, effettuata nel primo capitolo, che offre infinite possibilità di ricerca a seconda della lingua su cui si sceglie di indagare. È forse il carattere anonimo degli enunciati in questione che stimola maggiormente la curiosità ed a volerne sapere di più.
Naturalmente, non si poteva prescindere dall’affrontare questo tema dal punto di vista fraseologico, quindi capire cosa avviene linguisticamente, quali sono gli escamotage stilistici e formali che rendono una formula, apparentemente innocua, capace di influenzare, a volte anche in maniera inconscia, il destinatario del proverbio. Tutto ciò non è legato solo al contenuto dell’enunciato, di carattere ora moralistico, ora sapienziale, ora superstizioso, perché come una qualunque frase o un qualunque discorso, potrebbe lasciare il tempo che trova. Se i proverbi vantano secoli di sopravvivenza e si continuano a tramandare, adattandosi qualche volta alle situazioni sociali che lo richiedono, o alle nazioni in cui vengono trapiantati, un motivo ci sarà. Alle caratteristiche stilistiche utilizzate ad “arte” che abbiamo analizzato, si aggiungono le tematiche che si diramano fino a toccare tutti gli aspetti della vita. Si potrebbe dire che, per ogni situazione, c’è un proverbio adatto.
Purtroppo, in certi casi, si tende quasi a snobbare questa forma di letteratura, perché ritenuta di provenienza popolare. In realtà, come abbiamo osservato, e non solo noi, ma studiosi ben più illustri ed affermati, del passato e di anni recenti, i proverbi sono parte viva della lingua e vengono utilizzati più di quanto non si pensi. Non a caso, abbiamo visto come anche il mondo della comunicazione, nella fattispecie la pubblicità, la politica e le testate giornalistiche, hanno sfruttato al massimo le possibilità offerte da questi enunciati.
Naturalmente, molti proverbi sono presenti nelle letterature paremiologiche di diverse nazioni, ed è impossibile, nella maggior parte dei casi, stabilire quale sia la forma originaria e quale la traduzione. Per cui, molti dizionari bilingue e comparati si limitano a fornire sterili traduzioni, talvolta persino letterali, ignorando totalmente il contesto in cui si sono sviluppati.
Cercando di andare oltre alla mera traduzione, abbiamo proposto una serie di tecniche basate sulla ricerca di corrispondenze, che permette di operare su un campo vastissimo a chi volesse cimentarsi in questo.

Informazioni tesi

  Autore: Emilio Lo Monaco
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue moderne, letterature e scienze della traduzione
  Relatore: Giovanni Brandimonte
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 199

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Sancho respondió que hiciese su gusto, pero que él quisiera concluir con brevedad aquel negocio a sangre caliente y cuando estaba picado el molino, porque en la tardanza suele estar muchas veces el peligro; y a Dios rogando y con el mazo dando, y que más valía un "toma" que dos "te daré", y el pájaro en la mano que el buitre volando. “No más refranes, Sancho, por un solo Dios -dijo don Quijote-, que parece que te vuelves al sicut erat; habla a lo llano, a lo liso, a lo no intricado, como muchas veces te he dicho, y verás como te vale un pan por ciento.” “No sé qué mala ventura es esta mía” respondió Sancho, “que no sé decir razón sin refrán, ni refrán que no me parezca razón; pero yo me enmendaré, si pudiere.” Y, con esto, cesó por entonces su plática. 1  Sancio rispose che disponesse a suo piacere; ma che lui desiderava chiudere al più presto quell’affare, a sangue caldo, a mulino avviato; perché nel ritardo si cela spesso il pericolo, e a Dio pregando e con la mazza dando, e che più vale un prendi che un darò, ed è meglio un passero in mano che un avvoltoio volando... “Per il nostro unico Dio, - disse Don Chisciotte - basta con i proverbi; che sembri proprio tornare al sicut erat: parla semplice, liscio e non intricato, come ti ho detto tante volte, e vedrai che solo un pane te ne varrà cento.” “Non so che sfortuna è questa mia”, rispose Sancio, “che non so fare un discorso senza proverbi, né dire proverbi che non mi sembrino un discorso; ma vorrò correggermi se potrò.” E con questo terminò la loro conversazione. 2 1 Cervantes Saavedra, M., Don Quijote de La Mancha – Parte segunda, Capítulo LXXI, Edición de Francisco Rico, Punto De Lectura, España, 2005

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

traduzione
proverbi
paremiologia
equivalenza
citazioni
slogan
corrispondenze
detti popolari
detti d'opinione
frasi proverbiali
fraseologia spagnola
enunciati fraseologici
analisi contrastiva italiano-spagnolo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi