Skip to content

Implementazione delle I.C.T. negli Enti locali - Criticità e prospettive per i piccoli Comuni

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Implementazione delle I.C.T.  negli Enti locali - Criticità e prospettive per i piccoli Comuni, Pagina 4
19 
 
 
 
SWOT ANALYSIS P.A. – TRANSIZIONE AL DIGITALE 
 
Elementi positivi Ostacoli 
Fattori interni 
Punti di forza: 
Fattore umano: 
 Presenza di competenze specifiche:  
 Personale tendenzialmente portato 
a lavorare per obiettivi; 
 Predisposizione a lavorare in team. 
Azioni possibile: valorizzazione  
 
Fattori organizzativi 
 
 Procedure e routine efficaci; 
 Buon coordinamento tra diverse 
aree in cui è strutturato l’Ente; 
Azioni possibili: Costituzione di gruppi di 
lavoro intersettoriali 
 
Fattori economico finanziari e 
patrimoniali 
 Tendenziale condizione di equilibrio 
di bilancio; 
 Buona dotazione di strumentazioni, 
attrezzature e infrastrutture. 
Azioni possibili, messa a disposizione di 
altri Enti, delle dotazioni per sfruttare le 
economie di scale, assunzione del ruolo 
di Comune capofila. 
 
 
Debolezze: 
Fattore umano: 
 Organico sottodimensionato 
 Formazione carente:  
 Personale demotivato; 
 Scarsa collaborazione. 
Azioni possibili: Assunzione personale, (sottoposta a vincoli) 
Stabilizzazione personale precario, incentivazione e premialità legate 
all’impegno e al risultato, outsourcing, formazione professionale. 
Incremento servizi on line, in modo da ridurre l’impiego di personale in 
attività di front office. 
Fattori organizzativi 
o  
 Procedure farraginose; 
 Scarso  coordinamento tra diverse aree in cui è strutturato l’Ente; 
Azioni possibili: riesame critico delle procedure e routine, Adozione di 
modelli organizzativi diversi; outsourcing;  
 
Fattori economico finanziari e patrimoniali 
 Tendenziale squilibrio di bilancio; 
 Scarsa dotazione di strumentazioni, attrezzature e infrastrutture. 
Azioni possibili: Riduzione costi mediante un’ utilizzo più ampio di 
piattaforme di e-procurement e centralizzazione degli acquisti. 
Accesso a contributi in conto capitale e di esercizio; 
Valutare la possibilità: 
 Del riutilizzo di software o parti di esso  sviluppati  per  conto 
della pubblica amministrazione;  
 Dell’utilizzo di software libero o a codice sorgente aperto;  
 software fruibile in modalità cloud computing; 
Outsourcing. 
Fattori esterni 
Opportunità 
Tessuto socio – economico di riferimento  
solido e con elementi di dinamicità; 
Buona dotazione di risorse culturali e 
ambientali;  
Azioni possibili 
 
Alto livello di scolarizzazione, ampia 
diffusione di conoscenze digitali. 
Azioni possibili: Interazione telematica 
più agevole tra Ente e cittadinanza. 
 
Iniziativa regionale: 
 che contempla l’erogazione di 
contributi a fondo perduto;  
 che supporta la transizione 
digitale; (esempio intermediari 
tecnologici MyPay della 
Regione Veneto) 
 Incentivante la costituzione di 
forme associative tra enti 
(convenzioni, unioni e fusioni di 
comuni) e loro stabilità nel 
tempo. 
Azioni possibili: Accesso a fondi e 
adesione alle iniziative regionali;  
Efficace gestione associata di funzioni 
fondamentali e realizzazione di 
economie di scala. 
 
Minacce 
Tessuto socio – economico fragile, degrado ambientale; minacce alla 
sicurezza urbana. 
Azioni possibili: ruolo del SUAP on line, nella promozione 
dell’economia locale e nel miglioramento dei rapporti tra PA e 
impresa. 
Politiche di inclusione sociale e tra esse, quelle di inclusione digitale; 
riduzione del digital divide e attenzione, nella implementazione dei 
siti internet e app istituzionali del software utilizzato all’interno 
dell’Ente affinché essi siano accessibili alle persone con disabilità; 
Realizzazione di sistemi integrati di sicurezza urbana, (telecamere di 
videosorveglianza, di lettura targhe veicoli (ocr), e software specifici 
per l’analisi dei dati. 
 
Assenza o inadeguatezza di normative regionali in materia di 
convenzioni fusioni di comuni: conseguente perdita di fiducia delle 
amministrazioni comunali nei confronti dei modelli sovracomunali, 
rischio di dispersione degli investimenti materiali ed immateriali e 
vanificazione degli sforzi fatti per il loro avvio, in caso di 
scioglimento/recesso di uno o più Enti e/o ritiro delle deleghe di 
funzioni; conferimento di funzioni parziali o a geometria variabile. 
Azioni possibili; risulta difficile, a livello di singolo Ente, sopperire all’ 
assenza di un indirizzo chiaro da parte del legislatore regionale e 
accade sovente che le sorti delle convenzioni o unioni sia in balia di 
capricci politici dei singoli amministratori; risulta pertanto essenziale 
che i dirigenti/funzionari forniscano alla parte politica dati oggettivi 
sui costi/benefici delle scelte in materia, come supporto decisionale.
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Implementazione delle I.C.T. negli Enti locali - Criticità e prospettive per i piccoli Comuni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Venanzetti
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Università Telematica Unitelma La Sapienza di Roma
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Donato Limone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 125

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pubblica amministrazione
i.c.t.
information communication technology
piccoli comuni
transizione al digitale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi