Skip to content

Prima infanzia e tecnologie digitali - Considerazioni sul ruolo dell'adulto nel rapporto tra bambini e tecnologie

Informazioni tesi

  Autore: Martina Laringi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Scienze della Formazione e del Servizio Sociale
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Antonella Nuzzaci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 62

La diffusione delle tecnologie digitali è inarrestabile, la pervasività di smartphone e tablet giunge fino ai più comuni gesti della vita quotidiana di adulti e bambini. In questo momento caratterizzato da rapidi cambiamenti, è necessario sviluppare nei bambini un sostanziale approccio critico alla fruizione dei nuovi media. Dapprima i genitori, tramite le pratiche di consumo, ed a seguire le istituzioni scolastiche, con ore di didattica dedicate alla Media Education (disciplina che si occupa della socializzazione con i nuovi media) dovrebbero accompagnare bambini e ragazzi nel mondo multimediale. Solo in questo modo si potrà trarre dall’utilizzo di questi strumenti il massimo vantaggio correndo un minor rischio. Ma quando anche gli adulti ed i genitori annaspano nel mare multimediale, spesso senza le competenze necessarie per affrontare la complessità dei codici mediali e dei contenuti da essi veicolati, come faranno vivere questo mondo del 2.0 ai bambini?

Informazioni tesi

  Autore: Martina Laringi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Scienze della Formazione e del Servizio Sociale
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Antonella Nuzzaci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 62

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
“P rima Infa nz ia e tecno lo gie digita li” 4 I N T R O D U Z I O N E L a d iffusio ne d elle tec no lo gie d igitali è inarrestabile. L a perv asiv ità d i smartpho ne e tablet è tale d a giungere fino ai più c o muni gesti d ella v ita quo tid iana d i ad ulti e bambini. Nel mo mento attuale, c aratterizzato d a rapid i c ambiamenti, è nec essario sv iluppare nei bambini un so stanziale appro c c io c ritic o alla fruizio ne d ei nuo v i med ia ed un uso c o nsapev o le, al fine d i ev itare un inc o nsapev o le ed inc o nd izio nato uso d i tali mezzi, c he pro tratto negli anni po trebbe d eterminare d isto rsio ni nell’ambito c o mpo rtamentale e relazio nale. D apprima i genito ri, tramite le pratic he d i c o nsumo , e le istituzio ni sc o lastic he, c o n spec ific i interv enti ed uc ativ i e tempo d id attic o d ed ic ati alla M edia E duca tio n (d isc iplina c he si o c c upa d ella so c ializzazio ne c o n i nuo v i med ia) d o v rebbero ac c o mpagnare e guid are bambini e ragazzi nel mo nd o multimed iale. S o lo in questo mo d o si po trà trarre d all’utilizzo d i questi strumenti il massimo v antaggio c o rrend o mino ri risc hi. Ma quand o anc he gli ad ulti ed i genito ri annaspano nel mare multimed iale, spesso senza le c o mpetenze nec essarie per affro ntare la c o mplessità d ei c o d ic i med iali e d ei c o ntenuti d a essi v eic o lati, c o me fanno a sv o lgere questa funzio ne d i ac c o mpagnamento ? C o me fanno a v iv ere e a c o nd iv id ere questo mo nd o 2.0 c o n i bambini? I l feno meno d ell’utilizzo d elle nuo v e tec no lo gie d ella c o munic azio ne d a parte d i bambini e ragazzi v iene d a anni ind agato nei paesi più d igitalizzati e pro pensi ad inv estire nella ric erc a. S o lo negli anni più rec enti, in I talia, esso è d iv entato o ggetto d i ind agine, so prattutto in riferimento alla primissima infanzia. L e asso c iazio ni d i ric erc a ed uc ativ a d i setto re c o me la S I R E M, S o c ietà I taliana d i R ic erc a sull'E d uc azio ne Med iale, si pro po ngo no d i o perare in pro fic ua c o llabo razio ne tra lo ro , al fine d i c o nd iv id ere, inc rementare ed o rientare la ric erc a nell’ambito d ell’ed uc azio ne ai med ia. C o nd iv id end o l’assunto c he le tec no lo gie d ell’info rmazio ne e d ella c o munic azio ne so no elementi ed uc ativ i interd isc iplinari c he c o inv o lgo no una mo lteplic ità d i ambiti: ped ago gic i, psic o lo gic i, so c io lo gic i, semio lo gic i, filo so fic i e tec no lo gic i, una c o sì ric c a e v ariegata c o munità sc ientific a rappresenta un luo go d i ric erc a sv inc o lato d a id eo lo gie d ic o to mic he, in c ui po ter sv iluppare pro getti d i interesse c o mune. L a S o c ietà I taliana d i Ped iatria nel 2016 ha c o nd o tto un’ind agine sull’utilizzo d elle tec no lo gie d igitali nei primi anni d i v ita d ei bambini. L e c o nc lusio ni princ ipali hanno

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

tecnologie digitali
media education
prima infanzia
app educative
produzioni educative
utilizzo precoce delle tecnologie
rischi e opportunità del mondo digitale
bambini e tecnologie
tecnologie al nido
genitori e tecnologie

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi