Skip to content

Operazioni di mercato aperto

La BCE per intervenire sul mercato utilizza quattro strumenti. Queste operazioni vengono utilizzate per immettere nel mercato dei flussi quando ne ha bisogno. Per immettere la liquidità si abbassano i tassi. Questo obbiettivo è fisiologico per gli obbiettivi di crescita economica e/o sociale dell’intero sistema.
La tipologia di operazioni che la Banca Centrale può mettere in atto può essere svolta in diverse modalità:
1. OPERAZIONI TEMPORANEE
2. OPERAZIONI DEFINITIVE
3. OPERAZIONI DI SWAP IN VALUTA
4. EMISSIONE DI CERTIFICATI DI DEBITO
5. RACCOLTA DI DEPOSITI A TEMPO DETERMINATO
Le prime due modalità implicano l’utilizzo della variabile temporale: la banca centrale decide che gli interventi sul mercato possono avere carattere temporale o definitivo:
- CARATTERE TEMPORALE : l’intervento per mettere o togliere flussi nel sistema è caratterizzato da un intervallo ben preciso nel quale si origina e si chiude, quindi momentaneo. Questo implica che questa operazione è legata ad una displasia momentanea, quindi ci si aspetta che il mercato recuperi il suo equilibrio naturale.
- CARATTERE DEFINITIVO
OPERAZIONI DI SWAP IN VALUTA : SWAP vuol dire scambio a carattere temporale. Lo scambio ha carattere temporale a causa dell’origine delle operazioni. La Banca Centrale ravvisa un problema di disequilibrio positivo o negativo in termini del tasso di cambio tra due valute. Quindi interviene attraverso ritiri o immissioni sul mercato a carattere temporaneo della valuta di riferimento. Per cercare di riequilibrare il cambio bisogna rivalutare una moneta piuttosto che un’altra.
Ad esempio si crea l’offerta di euro sul mercato e si ritira il dollaro per rendere il dollaro più prezioso rispetto all’euro. Però rimane sempre un’operazione di carattere momentaneo.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.