Skip to content

Le tipologie di potere e i principi per il funzionamento della burocrazia secondo Weber

Weber distingue due tipi di poteri: -Potenza: possibilità di far valere la propria volontà anche in presenza di una opposizione;
-Potere in senso proprio. Possibilità di trovare obbedienza presso certe persone ad un comando determinato.
Il potere è dunque legittimo e Weber distingue tra:
-Potere legittimo legale: in cui è la legge a stabilire e a suscitare obbedienza;
-Potere legittimo carismatico: in cui l'obbedienza è suscitata dall'approvazione per una personalità superiore;
-Potere legittimo tradizionale: in cui l'individuo obbedisce perché altri in passato hanno obbedito a chi ha potere.
Per Weber il tipo più puro di potere legale è quello che si avvale di un apparato amministrativo burocratico e l'amministrazione puramente burocratica fondata sul principio della conformità agli atti costituisce il ruolo formalmente più razionale di esercizio del potere.
Vanno ricordate le sue considerazioni sui principi che reggono il funzionamento della burocrazia:
-Principio delle competenze;
-Principio della gerarchia degli uffici;
-Principio della separazione della sede, dell'attività e delle finanze dell'ufficio, dall'abitazione, dalla vita privata e dal possesso privato del funzionario;
-Principio per cui il lavoro amministrativo deve svolgersi secondo criteri oggettivi.
Vanno ricordate anche e soprattutto le sue considerazioni sull'affermarsi e sull'estendersi del processo di burocratizzazione dai grandi organismi statali o comunali, alle grandi imprese economiche, pubbliche e private, nazionali e internazionali, ai partiti, ai sindacati, ai diversi gruppi di interesse, un processo che è inarrestabile e di fronte al quale chi si pone il problema delle future forme di organizzazione politica non può non chiedersi se, e in che modo, sia ancora possibile salvare qualche residuo di una libertà di movimento in qualche senso individualistica e non può non manifestare il timore che si vada incontro ad uno Stato che sia una gabbia d'acciaio che paralizzi la vita sociale e disumanizzi la vita privata.
L'aspetto specifico dell'epoca moderna è costituito dal fatto che l'esercizio della forza fisica viene attribuita a tutti gli altri gruppi o individui singoli soltanto nei limiti in cui lo Stato lo ammette in mano loro.

di Alexandra Bozzanca
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.