Skip to content

Seconda possibile sequenza di un Merger Leveraged Buy-Out

- la società A, al fine di acquisire la società Target da C, ottiene un prestito dalla Banca. (lecito)
- spesso A costituisce a garanzia del prestito un pegno sulle azioni di Target in favore della banca. (lecito)
- al termine dell'acquisizione A incorpora Target fase II. (lecito)

Come premesso, peraltro, l’operazione di Merger Leveraged Buy-Out costituisce soltanto una particolare tipologia, anche se certamente la più studiata in dottrina e dibattuta in giurisprudenza, delle operazioni acquisitive fondate sullo strumento della leva finanziaria, in ciò non esaurendone assolutamente il novero.
Con riferimento alle altre ipotesi applicative di tale particolare modalità di acquisizione societaria, e nel silenzio della legge, nel corso degli anni dottrina e giurisprudenza sono giunte a conclusioni non univoche con riguardo alla loro legittimità nel vigente Ordinamento giuridico (in particolare per quanto concerne la conformità all’art. 2358 c.c.), posto l'assunto che un’operazione di Leveraged buy-out dovrebbe essere analizzata con riferimento ai complessivi effetti economici e non alla singola fase dell’operazione transattiva, senza alcun collegamento economico-funzionale con le altre fasi.
di Moreno Marcucci
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.