Skip to content

Elenco appunti facoltà  di giurisprudenza

Diritto amministrativo

Gli appunti sono tratti dal libro "Trattato di diritto amministrativo - Vol. 3 - provvedimenti e atti amministrativi" B. Cvallo, Cedam, 1993. (prima parte) (Capp. 1-6 e 10). Nella prima parte degli appunti vengono trattate le nozioni di procediemento amministrativo, le caratteristiche dell'atto normativo e i rapporti con l'amministrazione. Successivamente viene descritto il provvedimento amministrativo, gli elementi, il contenuto e la forma del provvedimento. Segue poi la classificazione dell'atto amministrativo, le concessione, le autorizzazioni, le ammissioni, le sovvenzioni, gli ordini, le sanzioni e le direttive. Vengono poi trattati i provvedimenti negativi, quali l'annullamneto, la revoca, e i provvedimenti decisori sui ricorsi amministrativi. Nella parte centarle degli appunti vengono classificati e descritti i diversi tipi di atto amministrativo, tra i quali gli atti di certificazione o quelli di mero controllo.Vengono descritte pi le varie fasi del procedimento amministrativo e la sua efficacia.Viene trattato anche l'elemento di invalidità del procedimento amministrativo, la nullità, i casi di provvedimento illegittimo, l'illeggittimità totale, parziale o sopravvenuta e infine i vizi di illegittimità del potere amministartivo. Nell'ultima parte degli appunti viene trattato il tema dell'autotutela e del provvedimento invalido, il potere di annullamento, il provvedimento di annullamento ed il suo procedimento. Nello specifico viene poi ripreso il principio di autotutela e conservazione del provvedimento. Infine si tratta l'interpretazione dei provvedimenti e degli atti amministartivi.

Autore: Beatrice Cruccolini
Università: Università degli Studi di Perugia
Esame: Diritto amministrativo

Diritto Penale

Il libro di riferimento è Corso di Diritto penale - F. Palazzo, Giappichelli, 2005. Nella prima parte degli appunti vien eaffrontato il tema del reato, in particolare il fatto tipico e la rilevanza giuridico penale dell'evento. Successivamente vengono trattati gli obblighi di garanzia e la responsabilità soggettiva ed oggettiva dell'individuo, viene inoltre definito il concetto di dolo, di errore, di aberratio e di colpa. Vengono trattate poi le varie forme di manifestazione del reato. Nella seconda parte degli appunti vengono definiti i concetti di pena e di sanzione punitiva, le funzioni di garanzia generale, e la polifunzionalità della pena. Viene ampiamente descritto il reato e le sue funzioni, il concetto di dannosità sociale del reato e i vari tipi di reato. Successivamente viene affrontato il principio di legalità, viene trattato il concetto di diritto penale come materia giuridica, e quindi anche le leggi penali e i vari problemi legati all'applicazione delle leggi nell'ordinamento italiano. Nell'ultima parte viene ripreso il tema dell'antigiuridicità, e in particolare le caratteristiche del consenso giuridico. Infine si espone il concetto di punibilità e le varie conseguenze del reato; vengono descritti poi i vari tipi di pena, quali la reclusione, l'arresto, la pena di morte, la multa e l'ammenda.

Autore: Beatrice Cruccolini
Università: Università degli Studi di Perugia
Esame: Diritto Penale

Istituzioni di diritto privato

Appunti tratti dal libro "Istituzioni di diritto privato" (diritto civile) AA.VV., Ed. Simone 2002. Nella prima sezione viene trattato il concetto di compravendita, e i casi in cui si può parlare di contratto di compravendita. Nella seconda sezione vengono trattati i contratti di locazione e di prestito,quali la locazione, l'affitto, il leasing. Nella terza sezione invece vengono trattati i contratti di prestazione e di servigi, tra i principali che vengono proposti vi sono l'opera, l'appalto, il mandato,e il contratto di trasporto.Nella quarta sezione vi sono i contratti aleatori e di rendita, quali i contratti assicurativi. Nella quinta sezione vengono trattati i contratti di banca, di borsa e di conto corrente . Nella sesta e ultima sezione vengono analizzati i contratti diretti alla risoluzione delle controversie, quali la transazione, il compromesso e la clausola compromissoria. Nella seconda parte degli appunti vengono trattati i contratti di garanzia, quali la fideiussione, i lmandato di credito e l'anticresi.Nell'ultima parte degli appunti vengono proposti i contratti socialmente tipici, come il factoring e il franchising.

Autore: Beatrice Cruccolini
Università: Università degli Studi di Perugia

Diritto ecclesiastico

Questi ottimi appunti schematizzano il "Manuale breve diritto ecclesiastico" di E. Vitali e A.G. Chizzoniti che si concentra sulla normativa che disciplina in Italia il rapporto tra Stato e Chiese, in particolare il rapporto con la Chiesa cattolica.
Si parte da una definizione del concetto del diritto ecclesiastico e la sua evoluzione storica, soffermandosi sui Patti Lateranensi.
Si esplicitano poi gli articoli della Costituzione Italiana che riconoscono i diritti religiosi, la libertà e l'uguaglianza delle confessioni religiose.
Vengono poi rapidamente presentati i rapporti giuridici tra Stato Italiano e Città del Vaticano. Questo aspetto viene approfondito nei temi dell'assistenza spirituale e il segreto di culto, dell'insegnamento della religione cattolica nelle scuole, del rapporto tra matrimonio religioso e civile, oltre che del trattamento dei dati personali.

Autore: Stefano Civitelli
Università: Università degli Studi di Firenze
Esame: Diritto Ecclesiastico, a.a. 2006/2007

Giustizia amministrativa

Questi appunti riassumono il volume di Aldo Travi su "Lezioni di giustizia amministrativa". Dopo un breve excursus storico (dal Regno di Sardegna alle riforme legislative) si analizzano i profili principali dell'attività amministrativa, la tutela nei confronti delle parti interessate e i caratteri salienti del processo amministrativo.

Autore: Stefano Civitelli
Università: Università degli Studi di Firenze
Esame: Diritto Amministrativo II, a.a 2007/2008

Diritto delle Amministrazioni Pubbliche

Questi appunti schematizzano il volume di "Diritto delle amministrazioni pubbliche" di Storace.
Vengono qui presi in esame vari aspetti dell'Amministrazione pubblica: innanzitutto i principi costituzionali della Pubblica amministrazione, seguiti dalle funzioni e dai provvedimenti dell'Amministrazione. Importante è la sezione dedicata ai servizi erogati dalle amministrazioni pubbliche e al correlato rapporto con le imprese a cui sono affidati gli appalti. Questo porta il discorso sul bilancio della PA e sull'organizzazione della struttura amministrativa. Si sottolineano successivamente gli aspetti dei procedimenti amministrativi, quindi i vizi negli atti e la tutela del cittadino.

Autore: Stefano Civitelli
Università: Università degli Studi di Firenze
Esame: Diritto Amministrativo I, a.a. 2006-07

Il problema della criminalità: causa dei crimini, classificazioni dei delinquenti, prevenzione e vittimologia

Questi appunti di criminologia sono una sintesi del libro 'Il problema della criminalità' di Ferrando Mantovani.
Si parte dal problema della definizione di criminalità, per indagare poi le cause della criminalità stessa. Qui vengono presentate le varie teorie scentifico-sociologiche, che fanno capo: ad un indirizzo individualistico-biologico (legato al concetto di predisposizione, ereditarietà e genetica), ad un inidrizzo individualistico-psichiatrico (legato al concetto di follia con la relativa tassonomia di anomalie psichiche e malattie mentali), ad un indirizzo individualistico-psicogenetico (legato strettamente alle teorie psicanalitiche), ad un indirizzo individualistico-psicosociale (con le varie teorie relative all'identità e alla personalità), ad un indirizzo sociologico (dove la criminalità è legata a fattori socio-politici e di genere), ad un indirizzo sociologico-causale (dove la criminalità è causata dall'ambiente e dalle relazioni sociali di scuola, famiglia, lavoro, gruppo) ed infine ad un indirizzo multifattoriale (con le varie teorie che associano elementi sociali, culturali, antropologici).
A conclusione della presentazione delle varie teorie causali, se ne mostrano i limiti e le incongruenze.
Si passa poi ad una classificazione dei delinquenti secondo le ragioni che hanno condotto a delinquere. Abbiamo così le classificazioni motivazionali e quelle socio-ambientali.
Una parte degli appunti è poi dedicata alla vittimologia, sottolineandone la rilevanza criminologica.Vengono presentate le predisposizioni vittimogene e il rapporto vittima-soggetto.
Una sezione conclusiva è dedicata al problema della difesa contro la criminalità, scandagliando in particolare il concetto di pena retributiva e le modalità di prevenzione del crimine, siano esse sociali o penali.
Si conclude con un breve accenno ai principi garantisti della libertà individuale su cui si basa il diritto penale.

Autore: Stefano Civitelli
Università: Università degli Studi di Firenze
Esame: Criminologia, a.a. 2008-09