Skip to content

Metodi e tecniche di analisi della domanda nel colloquio psicologico:

Appunti delle lezioni dell'esame relativo alla tecnica del colloquio, in particolare relativa alla decodificazione della domanda del paziente, all'interpretazione del bisogno utilizzando il rapporto transferale come mezzo per portare il soggetto ad accettare il cambiamento

Indice dei contenuti:

1. Orientamento al sapere dello psicologo clinico 2. Implicazione dell’operatore in una situazione clinica 3. Esempio televisivo: l'oggettività del dottor House 4. Dimensione transferale-fantasmatica 5. Competenza del paziente sulle proprie problematiche 6. Neutralità dell'osservatore nel colloquio clinico 7. Definizione di transfert 8. Cosa produce cambiamento in una consultazione clinica: potere dell'interpretazione 9. Importanza del valore simbolico del transfert 10. Implicazione soggettiva nel colloquio clinico 11. Freud e le intuizioni sul transfert 12. Il concetto che chiamiamo fantasma in psicologia 13. La psicanalisi agli esordi 14. Teoria della seduzione di Freud 15. Nevrosi dell'adulto e nevrosi infantile 16. Il discorso del paziente come sintomo psicologico 17. Il fantasma o rappresentazione del paziente psicologico 18. Oggetto transizionale in Winnicott 19. Ruolo dello psicologo in relazione al 'fantasma' del paziente 20. La verità del paziente psicologico 21. Diversità tra nevrosi e psicosi 22. Pratica psicologica e legge: distinzione dal counselling 23. Transfert: fenomeno diffuso 24. Uomo e animale: strutture cognitive a confronto 25. Spritz: il sorriso materno 26. Percezione soggettiva e lapsus frudiani 27. Il sogno in Freud 28. Ombelico del sogno 29. La coazione a ripetere 30. Lutto e malinconia 31. Dipendenze e depressione: specchio di una mancanza sociale 32. Narcisismo e identificazione narcisistica 33. Seduzione e immagine realistica di sè 34. Consultazione psicologica e modifica dell'immagine di sè 35. Freud e il caso di Dora: rischio di collusione 36. Utilità e utilizzo del controtransfert 37. Obiettivo del lavoro dello psicologo clinico: portare ad accettare il cambiamento 38. Analista più che puro schermo 39. Rimozione freudiana 40. Sapere come difesa del paziente 41. I primi incontri tra il bambino e l'ambiente per la formazione dell'identità 42. Tecnica ed etica nel colloquio 43. Colloquio e lutto per la perdita di vecchie identificazioni 44. Sintomo ed elaborazione 45. Rottura della collusione nel rapporto terapeutico 46. Perdita e disangosciamento 47. Ripetizione e transfert 48. Identificazone e amore 49. Interpretazione della domanda portata al colloquio 50. Verità e menzogne in colloquio 51. Verità e metafora del soggetto al colloquio 52. Lapsus, verità e menzogna 53. Complessità dell’ascolto clinico 54. Richieste del paziente: punta dell'iceberg 55. Il potere del transfert 56. Il soggetto della post-modernità: la soluzione dipendente 57. Realtà storica, realtà clinica: la dimensione politica della soggettività 58. Definizione di professione impossibile per Freud 59. Comportamento provocatorio nei bambini 60. Il mistero dell’unicità 61. Situazioni di crisi e rielaborazione della propria posizione con l'Altro 62. Crisi e novità per la persona in analisi

 

Dettagli dei contenuti:

Per approfondire questo argomento:

Altri appunti correlati:

Valuta questo appunto:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.