Skip to content

Teoria e tecniche della comunicazione pubblica:

Riassunto del libro "Teoria e tecniche della comunicazione pubblica. Dallo stato sovraordinato alla sussidiarietà". Dinamiche della comunicazione pubblica e istituzionale. Come cambiano i modelli e le tipologie a seconda degli enti e del target prescelto. La fruizione della comunicazione come scelta attiva in un'ottica di passaggio di notizie orizzontale e non verticale.

Indice dei contenuti:

1. Comunicazione one to many dello Stato italiano 2. Comunicazione pubblica orizzontale e verticale 3. Potere comunicatico per Montesquieu, Locke, Rousseau e Kant 4. Potere comunicativo per Hegel e Mill 5. Istituzione come rappresentazione di assoluto nella storia 6. Rapporto diretto con cittadino o accorpamento del potere 7. Libertà del cittadino prima e dopo la Costituzione 8. Amministrazione come ponte tra società e istituzione 9. Comunicazione pubblica nel fascismo 10. Dopo la Costituzione. Ideologie e apartenenza 11. Ascoltare la socieà negli anni della contestazione del 1968 12. Dalla comunicazione pubblica dimezzata alla legittimazione 13. Connotazioni della comunicazione pubblica in Italia nel XX secolo 14. Amministrazione condivisa. Fiducia nel cittadino 15. Tipi di comunicazione nella pubblica amministrazione 16. Significato di comunicazione amministrativa 17. Dalla sudditanza alla cittadinanza 18. Dallo stato "separato" all'amministrazione comprensibile 19. Legge 67/87 a carico della PA. Obbligo pubblicitario 20. Italia anni 90. Leggi 142/90 e 241/90, diritto all'informazione 21. Decreto 29/93. Uffici per relazioni col pubblico 22. Le Carte dei servizi pubblici in Italia nel 1994 23. Italia anni 90. Le leggi Bassanini 59/97, 127/97, 191/98, 50/99 24. Statuti e normative regionali in Italia. Uffici stampa 25. La legge 150/2000 sulla comunicazione istituzionale 26. Contenuti della legge 150/2000. Finalità e strumenti 27. Strutture nella Legge 150/2000. URP, ufficio stampa, portavoce 28. Legge 150/2000. Amministrazioni dello stato, messaggi di utilità sociale 29. Attuazione della legge 150/2000 30. Provvedimenti normativi successivi alla legge 150/2000 31. Regolamento sui titoli di accesso e la formazione 32. Direttiva del Ministro per la Funzione Pubblica 33. Provvedimenti sulla semplificazione del linguaggio 34. Comunicazione istituzionale europea. Identità nuova 35. Europa e istituzioni nella comunicazione istituzionale 36. Consiglio dei Ministri dell'UE verso comunicazione univoca 37. Europa intergovernativa: coordinamento e convergenza 38. Modelli organizzativi della legge 150/2000 39. Tipologie professionali della legge 150/2000 40. Relazioni con i media nella comunicazione istituzionale 41. Principi organizzativi dell'ufficio stampa 42. Ufficio stampa e logica dell notizia 43. Fare notizia. Istituzione e tempi 44. Importanza dell’Ufficio stampa per i media 45. Vantaggi dell'Ufficio stampa 46. Fonte, giornalista e diario del giorno 47. Difesa e attacco: come interpretare il rapporto con i media 48. Rapporto delle istituzioni con l’ambiente 49. Acquisizione delle informazioni e sviluppo della conoscenza 50. Decentramento e controllo di gestione nella comunicazione pubblica 51. L’ascolto come risorsa nella comunicazione 52. Principi organizzativi dell’Ufficio relazioni con il pubblico 53. Collocazione dell’URP nell'ente 54. Il front-office e le banche dati dell'URP 55. Ascolto e gestione dei reclami nell'URP 56. Comunicazione inter-istituzionale, interna e diffusa 57. Principio di pubblicità dell’agire statale 58. Definizione dell’attività della comunicazione inter-istituzionale 59. Soggetti coinvolti e ostacoli nella legge 150/2000 60. Comunicazione interna nella pubblica amministrazione 61. Comunicazione interna. Funzioni, politiche, strategie 62. Comunicazione interna. Obiettivi, strumenti e media 63. Comunicazione interna. Destinatari, temi, tipologie 64. Comunicazione interna. Canali e sviluppi 65. Comunicazione pubblica diffusa 66. Comunicazione pubblica diffusa. Gestione stampa 67. La comunicazione diffusa attraverso internet 68. Comunicazione integrata nell’impresa 69. Modello d’impresa e sua estensione alla comunicazione pubblico-privato 70. Quattro tipologie di comunicazione integrata nel sistema pubblico 71. Destinatari della comunicazione integrata 72. Strumenti comunicazione integrata. Pubblicità, brochure, newsletter 73. Strumenti comunicazione integrata. Direct mailing, fiere e mostre 74. Strumenti comunicazione integrata. Convegni e merchandising 75. Comunicazione integrata. Conclusioni 76. Pubblicità della pubblica amministrazione 77. Pubblicità della pubblica amministrazione. Quadro normativo 78. Aspetti distintivi dell’interazione generata da internet 79. Modello della quasi-interazione mediata di Thompson 80. Tipicità dell’interazione di internet 81. Definizione di interattività 82. Strumenti comunicazione PA. Rete civica e call center 83. Strumenti comunicazione PA. E-mail, Gazzetta Ufficiale telematica 84. Strumenti comunicazione PA. SMS, siti e portali 85. eEurope 2005. Economia fondata sulla conoscenza 86. Definizione di e-government 87. Modello di e-government italiano 88. Portali nazionali e siti istituzionali 89. Carta di Identità Elettronica, Carta Nazionale dei Servizi e Firma Digitale 90. E-democracy: da strumento a forma della partecipazione 91. Attivismo e associazionismo digitale 92. E-vote, governo digitale e cyber-skeptic 93. Limiti di una sfera pubblica digitale e voto elettronico 94. Potenzialità di un sito istituzionale di servizio 95. Comunicazione nel web e strumenti di ascolto 96. Dialogo nel web. Mailing list, newsgroup e chat 97. Internet come strumento di cambiamento. Vincoli e resistenze 98. Tecnologie interattive e processi educativi 99. Sito del MIUR e processi comunicativi nel sistema scuola 100. Principio di pubblicità dello Stato e la comunicazione delle leggi 101. Difficoltà del divulgare le leggi 102. Comunicazione delle leggi nella comunicazione delle PA 103. Linguaggio delle leggi non aiuta la comunicazione 104. Stile comunicativo, una questione di chiarezza 105. Retorica nella comunicazione pubblica 106. Contesto, settorialità e regole della comunicazione 107.  La validazione della comunicazione pubblica 108. Validazione della comunicazione. Ricerche e monitoraggio informazione 109. Obiettivi della comunicazione. Target e benchmarking 110. Valutazione comunicativa. Modello burocratico e manageriale 111. Valutazione comunicativa. Stakeholder e valutatore 112. Fattori della comunicazione pubblica. Simboli e marketing 113. Nuovo scenario di visibilità nella comunicazione politica 114. Comunicazione politica on-line 115. Internet come strumento della mobilitazione politica 116. Esperienza della comunicazione politica on line in Italia 117. Attori politici ed elettori nella comunicazione on-line in Italia 118. Tra informazione e comunicazione 119. Fatturato e marketing della comunicazione politica on-line 120. Specificità comunicativa di Governo e Parlamento 121. Comunicazione sociale. Politici, istituzioni e fondazioni 122. Comunicazione sociale. Sindacati e media 123. Comunicazione sociale. Pubblicità, cultura e spettacolo 124. Comunicazione e soggetti delle rappresentanze 125. Società civile nella comunicazione 126. La comunicazione come risorsa per crescere 127. Comunicazione d’impresa rivolta all’interesse generale

 

Dettagli dei contenuti:

  • Autore: Mario Turco
  • Esame: Teorie e tecniche della comunicazione pubblica
  • Titolo del libro: Teoria e tecniche della comunicazione pubblica. Dallo stato sovraordinato alla sussidiarietà
  • Autore del libro: Rolando
  • Editore: ETAS
  • Anno pubblicazione: 2003

Per approfondire questo argomento:

Altri appunti correlati:

Valuta questo appunto:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.